Virginia Burden asseriva che la cooperazione si basa sulla profonda convinzione che nessuno riesca ad arrivare alla meta se non ci arrivano tutti e questo descrive perfettamente l’importanza del lavoro di squadra. Tuttavia, nel campo lavorativo esiste frequentemente un forte individualismo che compromette una visione collettiva con la conseguente perdita di tutti i benefici che possono scaturire da un lavoro di squadra. I dissidi, lo stress e la frustrazione possono rendere poco armonico l’ambiente di lavoro e come tante volte è stato dimostrato questo influisce pesantemente sulla resa produttiva, perciò gli imprenditori sempre più frequentemente investono sul cosiddetto team building aziendale. In realtà le strategie per fare squadra esistono da tempo, ma in generale si limitano ad analisi esterne o a tentativi di confronto sul posto di lavoro. Ma se esistono problemi di comunicazione, il modo peggiore per risolverli è proprio continuare ad insistere su tutto ciò che li fa scaturire, per questo con il tempo si è compreso che affinché quei fastidiosi nodi che impediscono di fare squadra vengano sciolti, si deve tentare di costruire un sano ed armonico rapporto che esula dalle dinamiche professionali. Grigliare Duro offre un servizio di questo genere, puntando su occasioni informali in cui prendere le misure per lavorare in sinergia.

Cosa propone Grigliare duro?

In realtà negli Stati Uniti si è già intrapreso un percorso di questo tipo, tuttavia il principio è estremamente diverso; per creare un gruppo coeso si tenta di fargli sperimentare delle situazioni estreme quali giornate in quad o gare con i go-kart. Grigliare Duro, invece, organizza un team building a Milano in cui si evita di estremizzare le esperienze, perché questo obbligherebbe i partecipanti a collaborare. Al contrario, si vuole che i dipendenti scelgano di collaborare, per perseguire un obiettivo comune. Una delle circostanze in cui questo di realizza con armonia è la cucina: cucinare richiede una condivisione di intenti senza alcuna competizione negativa. Lo stimolo principale secondo questo schema è quello di cucinare per poi mangiare tutti insieme quanto preparato.

Le iniziative promosse da Grigliare Duro

Più precisamente il team building aziendale promosso da Grigliare Duro prevede di seguire un programma in cui i dipendenti sono chiamati a trascorrere una giornata fuori dall’ambiente lavorativo tutti insieme. In particolare, l’esperienza informale per eccellenza è quella di una grigliata tra amici, in cui il cibo viene preparato durante una sfida tra squadre e l’ambiente viene allestito interamente dai partecipanti. Come si può notare, in queste attività viene eliminata la componente gerarchica che spesso rende difficile il confronto sul posto di lavoro, perché tutti devono mettersi a disposizione per lavori che non hanno una scala di importanza e tutti devono imparare a delegare. Senza contare che grazie a questo concept di team building si impara a lavorare per obiettivi: montare un gazebo sotto il quale mangiare, preparare una carne tenera e saporita per aggiudicarsi un premio simbolico e collaborare nella pulizia per ridurre il carico individuale dell’impegno.

Insomma, se è vero che squadra che vince non si cambia, è importante prima di tutto costruirla una squadra e grazie al team building a Milano di Grigliare duro, sarà possibile farlo con divertimento e spensieratezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.